14.3.11

L'indefinibileLeggerezzaDell'Essere



Non credete ai miracoli: contateci ciecamente
(Legge di Murphy)







Un piccolo passo per l'umanità, un grande passo per i precari. Oggi ho firmato il mio contratto a tempo indeterminato.

O indefinido, come si chiama in Spagna. Parola che gli conferisce un alone di vaghezza, un che di non risolto che rende la firma del contratto un atto meno traumatico per chi è abituato a considerarsi deperibile come una mela annurca. Questo contratto mi impedisce di andare a male, di ritrovarmi come un sedano molliccio che è stato troppo in frigo. Ma è indefinito, come la vita, 'che mica la definisci in quattro parole. Diamine.

Insomma, ho firmato. CuocaPrecaria da oggi è solo Cuoca.
O no? Il grosso interrogativo, mentre siglavo col mio nome la fine di quasi un decennio fondato sull'instabilità, sull'incertezza, sul più intenso, hard-core, estremo precariato, era: "e mo che faccio con CuocaPrecaria?"
Be' no, belli. CuocaPrecaria rimane. Mica la scacci via con una firmetta a quella.
In fondo non sono neanche cuoca, per cui chiamarmi Cuoca e basta non avrebbe alcun senso. Sono un po' Cuoca e comunque un po' Precaria, 'che è difficile rimanere sempre in equilibrio, anche quando hai siglato il tuo patto di reciproca e indefinida fedeltà.
'Che precario non è solo il lavoro. Precario, che ve lo dico a fa', è tutto: la felicità, l'amore, i sogni, il tempo. Precaria è la vita, che è il solito contratto a termine che firmi anche se non vuoi, anche se non lo sai.
Bella fregatura.

Potrei chiudere qui il post. E invece ora vi tocca un intenso, gratuito, pallosissimo momento strappalacrime. Portate pazienza: dietro il mio ciacolare ironico e cinico si nasconde un cuore di panna.

A tutte le persone che hanno alleggerito il mio lungo viaggio nel precariato: sorelle (sante subito), amici, famiglia. Grazie.
Ai lettori di questo blog, a voi. Che con le vostre manifestazioni di affetto avete rinvigorito la mia autostima, messa a prova dal sistema lavorativo italiano (che è quello che è). Grazie.
A tutte le persone che hanno creduto in me. E sono inesplicabilmente parecchie (considerato quanto poco io, spesso, creda in me stessa). Grazie.
Alla persona che un giorno ha letto il mio CV. Poi ha letto il mio blog. Poi si è messa a ridere. E poi mi ha chiamato a fare un colloquio. Gracias!





E firmai, con mio nome. E firmai, e il mio nome era Bufalo Bill.


Playlist indefinita
Francesco De Gregori - Bufalo Bill





.

12 commenti:

  1. Per me sarai sempre la mia cuoca precaria preferita

    RispondiElimina
  2. Tantissimi complimenti per questa svolta epocale ma CuocaPrecaria non ci abbandonare!! m.

    RispondiElimina
  3. Se un po' ho imparato a conoscerti, te lo sei ampiamente meritato...

    RispondiElimina
  4. Davvero davvero complimenti!! :)

    RispondiElimina
  5. per vincere la precarietà di vivere ci vuole coraggio, e da quel che ho letto qui, tu ne hai, oltre ad una invidiabile e grandiosa dote di autoironia, che secondo me viene subito dopo al coraggio per necessità e importanza. Tanti, sinceri complimenti e ci aggiungo anche "grazie", perché sei un esempio!

    RispondiElimina
  6. e' la prima volta che ti scrivo. Forse è la prima volta in assoluto che scrivo un commento in un blog...
    MA devo farlo per farti i miei più vivi complimenti, e dirti che mi sento, anche se precarissima, veramente felice per te (mi sembra quasi di conoscerti).
    Rimani cuoca precaria, nn potresti fare altro...oramai ci sei dentro!
    Grazie
    JuliLaJuBina

    RispondiElimina
  7. congratulaziones !
    cmq "cuoca indefinida " non sarebbe male.

    RispondiElimina
  8. evvai!! complimenti! attendiamo notizie di questa tua nuova avventura di lavoro.. indefinido! hasta luego

    RispondiElimina
  9. evvai!! complimenti! attendiamo notizie di questa tua nuova avventura di lavoro.. indefinido! hasta luego

    RispondiElimina
  10. "indefinido"... fantastico!
    Evviva l'indefinita leggerezza dell'essere, sempre precaria e bellissima...
    Evviva!

    RispondiElimina
  11. Ma che bei commenti. Grazie!
    A quanto vedo non sono l'unica col cuore di panna. :)


    E sì, CuocaIndefinida effettivamente non è male!

    Ci sentiamo definitivamente presto.
    CP

    RispondiElimina
  12. Complimentissimi ! precaria o no , mi piaci sempre ! un saluto , chiara

    RispondiElimina